Il Design Museum di Londra

L’ European Museum of the Year – EMYA e il Premio del Museo del Consiglio d’Europa,  sono i premi museali più longevi e prestigiosi in Europa.

L’EMYA è dedicato a promuovere l’eccellenza nell’innovazione e nella qualità pubblica nella pratica dei musei, incoraggiando la creazione di reti e lo scambio di idee e le migliori pratiche sostenibili nel settore.

Il premio, organizzato dal European Museum Forum (EMF), è stato presentato il 12 maggio, in occasione della Cerimonia di Premiazione 2018 tenutasi a Varsavia, in Polonia ed è stato assegnato al DESIGN MUSEUM , Londra, Regno Unito.

Tra le motivazioni che hanno portato all’assegnazione del premio si spiega che “questo museo è un risultato eccezionale, che celebra ed esplora la magia della creatività umana, gli oggetti, le capacità e le forze delle idee che modellano le nostre vite. Senza perdere la sua identità, questo museo è stato in grado di rinnovare e rafforzare i suoi valori pubblici, riaprendo con una vasta gamma di nuove mostre e un intenso programma di attività, offrendo un’esperienza impressionante e memorabile per i visitatori di tutte le età, raggiungendo l’accessibilità del la miglior qualità.

Imposta le sue collezioni nel contesto delle conoscenze tecnologiche e culturali globali, fornendo un alto livello di interattività, stabilendo un importante dialogo interculturale democratico e multistrato, con un impatto sociale significativo nella comunità.”

L’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa ha deciso invece deciso di assegnare il suo Premio Museo 2018 al War Childhood Museum a Sarajevo, in Bosnia-Erzegovina.

Il Premio Silletto, che riconosce l’eccellenza nel lavorare con la comunità locale e coinvolgere i volontari, è stato assegnato al Betina Museum of Wooden Shipbuilding , Betina, Croazia.

Il Kenneth Hudson Award, assegnato in riconoscimento del risultato più insolito e audace che sfida le percezioni comuni del ruolo dei musei nella società, è stato assegnato al MUSEO NAZIONALE ESTONIANO di Tartu, in Estonia.

Menzioni speciali sono andate poi a:

tra gli italiani, le menzioni speciali sono andate a:

Questo museo ha assunto il compito di reinterpretare una collezione associata a uno degli edifici più importanti d’Europa, una collezione i cui significati sofisticati non fanno più parte della vita quotidiana di molti dei suoi visitatori.

Attraverso l’architettura creativa e il suo approccio interpretativo “narrativo”, basato su una profonda conoscenza della storia dell’arte e della teologia, consente alla grande arte religiosa di parlare in modi diversi, a un pubblico eterogeneo

 

  • Museo Egizio di Torino

    “Il museo dimostra la capacità di ispirare continuamente l’interesse del pubblico attraverso il rinnovamento dinamico delle sue mostre a lungo termine, esplorando, indagando e presentando attraverso di loro storie importanti e affascinanti che danno vita a momenti straordinari nella nostra storia globale che hanno cambiato e influenzato il nostro mondo.

    Questo museo pone la ricerca al centro di tutto il suo lavoro, dimostra un forte impegno per la diplomazia culturale e facilita il dialogo interculturale in modi che hanno accresciuto il fascino del pubblico per il contenuto e il contesto delle sue collezioni.”

Maggiori info su: https://europeanforum.museum

Assegnato l’EMYA, il premio al miglior Museo Europeo del 2018
Tags:     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *